fbpx

Uno specchio per le allodole

L’articolo dello psicoterapeuta Adriano Segatori, evidenzia una serie di equivoci e distorsioni riguardanti concetti fondamentali come l’autocoscienza, l’autodeterminazione e l’identità sessuale nel contesto della contemporaneità.

In primo luogo, si discute del fraintendimento dell’imperativo del tempio di Delfi “Conosci te stesso”, che è stato interpretato come una pretesa di padronanza totale dell’autocoscienza senza considerare il proprio limite e finitezza. Questo atteggiamento presuntuoso si riflette nel narcisismo e nella psicopatia diffusi nella società moderna.

Successivamente, si menziona l’ambiguità dell’affermazione di Nietzsche “Diventa ciò che sei”, spesso interpretata in modo distorto come giustificazione per scelte discutibili o propensioni non autentiche. Tuttavia, secondo l’interpretazione di Giovanni Reale, questa frase dovrebbe essere intesa nel contesto del principio della giusta misura, considerando le proprie capacità, mancanze e destino.

Si sottolinea anche il cambiamento di paradigma nel rapporto tra uomo e natura con l’avvento del cristianesimo, che ha dato all’uomo un senso di onnipotenza nel dominare la natura, contribuendo alla perdita del rispetto per i limiti imposti dalla propria essenza e dalla natura stessa.

Inoltre, si affronta il fenomeno del pensiero debole e del relativismo, che hanno contribuito alla decostruzione delle certezze tradizionali e all’affermazione di una fluidità concettuale che mina le fondamenta della realtà individuale e sociale.

Nel contesto della sessualità, si critica l’ideologia gender per la sua tendenza a cancellare l’identità sessuale e a promuovere una visione fluida e indistinta del genere, che si traduce in un attacco alla famiglia e alla stabilità sociale.

Infine, si mette in discussione l’obiettivo ultimo di tali cambiamenti sociali e culturali, sottolineando il ruolo del capitalismo globalista nel promuovere una visione frammentata e omogeneizzante dell’umanità, che mina la famiglia e l’identità individuale.

In conclusione, difendere l’identità sessuale viene presentato come un atto di resistenza contro la dissoluzione dell’umano e la distruzione delle fondamenta della società.

Per esplorare ulteriormente queste tematiche e approfondire la discussione, è possibile ordinare una copia della rivista “Visione. Un altro sguardo sul mondo”, dove l’articolo è pubblicato. Con una varietà di contributi interessanti e prospettive stimolanti, la rivista promette di essere una fonte preziosa di conoscenza e dibattito su questioni cruciali come la sessualità, il genere e la morale.