fbpx

Woke: un crimine contro il buon senso

Uno dei pilastri politici e culturali della neonata Democrazia Sovrana Popolare, e dell’azione dei cittadini che in essa si riconoscono e si sentono compresi, è senza dubbio la battaglia per la dissoluzione della cultura del politicamente corretto, del catechismo woke e della cancel culture. In questo contributo il Coordinatore Nazionale di DSP Marco Rizzo espone la sua idea secondo cui occorra puntare sui giovani: riuscire a far sentire loro l’allarme che scuote le nostre menti, metterli in guardia contro il sistema del politicamente corretto e spiegare questo: il potere esercitato dalle lobby delle multinazionali private è quello di farci percepire, in maniera falsata, di trovarci in uno spazio in cui siamo liberi di esprimere noi stessi, le nostre idee, le nostre scelte politiche, filosofiche e culturali.

Se hai voglia di leggere il resto di questo articolo e conoscere gli altri contributi, ordina il nuovo numero del nostro mensile o abbonati!

 

Visione - Un altro sguardo sul mondo

Parole Avvelenate – Visione 11/2024

15,00